• italiano

Plinto di fondazione dei pali per l’illuminazione pubblica a sicurezza passiva

Ogni paese ha il suo metodo di costruzione delle fondazioni. Esistono molte tipologie diverse di suolo e tecniche d’installazione. Esse dipendono dal livello dell’acqua e dalla misura in cui un terreno è compresso. In molti paesi, tra cui l’Italia, si usano fondazioni in calcestruzzo.

Nella norma UNI EN 12767 si fa una distinzione tra Soil “S” (terreno) e Rigid “R” (calcestruzzo). Al fine di escludere deviazioni dovute alla tipologia di terreno (rispetto al test), è possibile eliminare l’influenza delle variabili del terreno. Ciò può essere fatto, per esempio, utilizzando un TOAD, che è un elemento prefabbricato di calcestruzzo.

Scarica il certificato di qualità di TOAD